mercoledì 18 giugno 2014

Ipnosi VFV



IPNOSI REGRESSIVA E MEMORIE DELL'ANIMA 

Recentemente, un Signore mi ha scritto d'aver partecipato ad una seduta di ipnosi regressiva alle vite precedenti dove sono emerse alcune storie che però non sembra avessero un legante con il suo problema e non lo hanno aiutato in alcun modo. 

Mi chiedeva dunque di poter approfondire con l'ipnosi VFV.




Ciò mi permette di porre l'accento su alcune importanti tematiche che devono essere prese in considerazione da chiunque trovi nella regressione il mezzo prediletto per risolvere i propri blocchi e conflitti interiori. 

Da una prospettiva sottile, la causa o radice di un blocco si può trovare in vite precedenti oppure nella vita attuale. Il nostro sistema altamente interconnesso corpo-mente-emozioni-anima ci informa inviandoci dei messaggi che dobbiamo interpretare. Inoltre, il legante c'è sempre (a meno che non si tratti di proiezioni mentali).

Metaforicamente, possiamo pensare ad un fiume di energia che scorre e che per qualche motivo ha subito un blocco, cosicché il normale fluire si è cristallizzato in un passaggio interrotto di acqua stagnante. Semplicemente, si tratta di memorie irrisolte dell'anima che si sono trasformate in energia cristallizzata.

La regressione alle vite precedenti permette di scoprire velocemente le memorie irrisolte dell'anima, comprenderne il processo creativo, e trasformarle in un insegnamento evolutivo con le apposite tecniche per poi integrarne la comprensione nella vita corrente. Similmente, la regressione nella vita attuale permette di scoprire velocemente i comandi interiori o le equazioni disfunzionali che abbiamo strutturato (Io-artificiali), dando un significato ad un determinato evento o esperienza ed avendone memorizzato delle conclusioni distorte che ci fanno reagire in modo inadeguato ed inadatto nel presente.

Ciò per sottolineare che la regressione alle vite precedenti e nella vita attuale hanno come preciso obiettivo quello di risolvere un blocco o conflitti interiori. La regressione al periodo che l'anima trascorre fra una vita e l'altra non ha lo stesso fine.

La regressione alla vita fra le vite permette di ottenere una profonda comprensione dell'evoluzione della propria anima e gli obiettivi della vita attuale, nonché trarne i benefici di una nuova consapevolezza a livello spirituale

La regressione VFV non si concentra, infatti, sulla risoluzione di un complesso ma è sicuramente molto preziosa per una miglior comprensione di Sé.

Nessun commento:

Posta un commento